Alaphilippe vince la tappa jesina della Tirreno Adriatico. Bacci: "Successo straordinario"

Rufina Vignone
Marzo 21, 2019

"Un successo straordinario, sotto ogni punto di vista - ha detto il Primo cittadino - Bravissimi tutti coloro che hanno lavorato per l'organizzazione di questa tappa della Tirreno Adriatico, splendida la cornice di pubblico, coinvolgente l'atmosfera, perfetto il servizio d'ordine, attenuati tutti i disagi, una vetrina promozionale unica".

Il velocista veronese si è imposto bruciando l'ex campione del mondo Peter Sagan.

Ad animare la corsa sin dal chilometro zero un drappello di sette corridori: Mirco Maestri della Bardiani Csf, José Joaquin Rojas della Movistar, Dayer Quintana della Neri Sottoli, Ben King della Dimension Data, Davide Ballerini della Astana, Gijs Van Hoecke della CCC e Igor Boev della Gazprom Rusvelo. Tutto si è svolto alla perfezione, Jesi ha dato ancora una volta prova di grandi capacità organizzative.

"La classifica è rimasta invariata, con Adam Yates in maglia azzurra inseguito a 25" da Roglic e a 35" da Fuglsang.

"Sapevo che non sarebbe stato uno sprint facile ma ci ho voluto comunque provare". Tutto si deciderà nella cronometro di domani nel circuito di San Benedetto del Tronto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE