Ibra: "Ex dello United criticano troppo"

Rufina Vignone
Marzo 20, 2019

Tutto si può dire di Zlatan Ibrahimovic tranne che quando parli non scateni delle reazioni. "Non sono più nel club". I suoi allievi sono in tv e si lamentano per tutto il tempo perché non sono attivi nel club. Ad avvalorare la tesi dello stress, i tanti tecnici incontrati nella sua ventennale carriera, durante la quale ha militato in nove club fra Europa e Stati Uniti, "che nella prima stagione avevano i capelli tutti neri, ma in quella successiva i capelli erano diventati bianchi", ha scherzato (ma neanche troppo) l'ex Manchester United, ora ai Los Angeles Galaxy. Lo svedese è stato molto duro nei confronti di alcuni nomi storici dei 'Red devils', come Gary Neville, Paul Scholes o Paul Ince. Parole che lasciano poco spazio all'immaginazione. La risposta del gallese non si è fatta attendere: "Noi abbiamo giocato più di 2000 partite insieme, ma sicuramente lui ne sa di più...". "Siamo tifosi, questo è il calcio e si possono avere anche opinioni differenti".

Tra i temi trattati nell'intervista concessa al Mirror, Zlatan Ibrahimovic commenta anche il suo rapporto con José Mourinho, ricordando un curioso retroscena durante l'esperienza all'Inter: "Quando ero all'Inter mi sono trovato in una situazione dove avevamo giocato un brutto primo tempo e lui mi ha criticato durante l'intervallo davanti al resto della squadra. Nel mio caso, in quell'occasione, mi sono detto 'adesso esco e gli dimostro che posso fare di più e meglio".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE