Reddito di cittadinanza e quota 100: tutte le novità

Paterniano Del Favero
Marzo 16, 2019

La pensione di cittadinanza potrà essere erogata anche "con le modalità ordinarie di erogazione della pensione", quindi anche in contanti (trattandosi di somma inferiore alle mille euro) e non solo sulla card del reddito di cittadinanza.

Via libera delle commissioni Affari sociali e Lavoro della Camera al cosiddetto decretone che introduce il reddito di cittadinanza e quota 100 per la pensione anticipata.

Per rafforzare il reddito e la pensione di cittadinanza alle famiglie con disabili il governo prevede risorse per 12,8 milioni nel 2019 che salgono a circa 17 milioni negli anni successivi. A meno che uno dei coniugi sia sposato con un'altra persona o il giudice abbia stabilito un assegno di mantenimento.

Ok all'aumento del sostegno per le famiglie con disabili, alle assunzioni al Mibac, al vicepresidente per Inps e Inail e ai 100 nuovi ispettori per la guardia di finanza che si occuperanno dell'attività di "controllo e monitoraggio" sul reddito di cittadinanza. Le agevolazioni, chiarisce l'emendamento, "non sono a carico della finanza pubblica", e non comportano di conseguenza maggiori oneri. "Come si capisce, siamo di fronte a una farsa". Gli stessi strumenti potranno essere utilizzati anche dai comuni, per i lavori socialmente utili. Lo chiarisce un emendamento delle relatrici al decretone, che chiede di utilizzare in maniera "sinergica" il Fondo per la distribuzione di derrate alimentari con quelle del Fead, il fondo europeo per gli aiuti agli indigenti, cui già i destinatari del reddito possono accedere in automatico, presentando la sola dichiarazione dell'Inps. Si allarga anche la platea delle persone che potranno essere coinvolte nelle politiche attive per l'occupazione previste nel programma del Reddito di cittadinanza: saranno considerati disoccupati anche i cosiddetti "working poor", cioè "i lavoratori il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde ad un'imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni" previste per il lavoro dipendente. Previsto inoltre l'incremento delle dotazioni organiche dei centri dell'impiego, a decorrere dal 2020, fino a complessive 3.000 unita' di personale, e a decorrere dal 2021 ulteriori 4.600 unita' inclusa la stabilizzazione delle unita'.

La deputata PD Lisa Noja commenta al riguardo: "La modifica - spiega - per correggere le iniquità della scala di equivalenza prevista nel decreto ai fini dell'accesso al reddito di cittadinanza, è talmente irrisoria che per poterne godere bisogna essere una famiglia con almeno tre figli di cui uno con disabilità". Per queste, facilitiamo l'accesso alla Pensione di cittadinanza anche laddove siano presenti disabili gravi o non autosufficienti under 67, aumentiamo la soglia del patrimonio finanziario da 5.000 a 7.500 euro per ciascun componente con disabilita' e il massimale della scala di equivalenza fino ad un massimo di 2,2. Il pacchetto di cinque emendamenti depositati dall'Esecutivo interviene poi su Anpal e assunzioni nella Pa (concorsi rapidi senza dover aprire prima le procedure di mobilità e assunzioni già a partire da luglio per il settore dei beni culturali).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE