Rugby, Sei Nazioni: O'Shea annuncia il XV per la Francia

Rufina Vignone
Marzo 15, 2019

Il 16 marzo alle 13.30, all'Olimpico di Roma, va in scena il quarantaduesimo atto di una rivalita' che affonda le proprie radici nel 1935, a Roma, quando i 'galletti' furono la prima delle Federazioni dell'allora Cinque Nazioni a sostenere un test-match contro gli Azzurri, proprio a Roma: e' l'ultima giornata del Guinness Sei Nazioni 2019, e' la centesima partita dell'Italia nel Torneo, e' il test-match numero cinquecento della Nazionale Italiana Rugby, un traguardo che in novant'anni di storia ha visto 685 atleti indossare la maglia dell'Italia. Il ct Conor O'Shea chiede quindi ai suoi una vittoria, che spezzerebbe la serie negativa di 21 sconfitte consecutive di cui l'Italia è stata protagonista nel torneo 'ovale' più antico del mondo. Jacques Brunel sostituisce diversi uomini in mischia, con Etienne Falgoux in prima linea, Paul Willemse in seconda, Yacouba Camara e Gregory Alldritt in terza. Assente Dean Budd, non al meglio e tenuto a riposo a causa di una botta ricevuta al costato.

ITALIA: 15 Jayden Hayward, 14 Edoardo Padovani, 13 Marco Zanon, 12 Luca Morisi, 11 Angelo Esposito, 10 Tommaso Allan, 9 Tito Tebaldi, 8 Sergio Parisse (cap), 7 Jake Polledri, 6 Braam Steyn, 5 Federico Ruzza, 4 David Sisi, 3 Tiziano Pasquali, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti. O'Shea inquadra così il match contro i transalpini: "Giocheremo contro una squadra molto forte come sempre capita al Sei Nazioni". Il nostro focus sarà su noi stessi cercando di giocare il nostro miglior rugby. Non cambia la mediana, mentre nella trequarti si rivede Wesley Fofana a primo centro, mentre Maxime Medard sostituisce Thomas Ramos a estremo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE