Dai gay alla Cuccarini, lo sfogo pericoloso di Heather Parisi

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 15, 2019

C'era da aspettarselo, visto il genere tendente alla caciara dello show 'Live - Non è la d'Urso', che Heather Parisi, ospite della sberluccicante conduttrice, una parolina sulla 'nemica-(manco più tanto) amatissima' Lorella Cuccarini la spendesse nel corso del tempo che l'ha vista protagonista. La ballerina, che ha segnato un'epoca in Italia, non ispira simpatia però è schietta e non le importa un ficco secco di risultare la "meno amata dagli italiani". Io sono cresciuta a San Francisco.

La Parisi è stata messa a confronto con 5 persone che avevano posizioni simili e diverse dalle sue in merito alla fecondazione assistita e alla possibilità per le coppie gay di avere figli. Mi chiamavano fr***a. Io sono nata in mezzo ai gay.

Ma il tema caldo è la rivalità con Lorella Cuccarini e "Disco Bambina" se la ride: "Sinceramente non so cosa dire". Non ho paura di non piacere e di non essere popolare.

"Io penso che la forma peggiore di egoismo sia da parte di chi può avere figli in maniera naturale, ma che pensa che chi non può non abbia questo diritto".
Io credo che noi personaggi di qualsiasi dimensione, in televisione, dobbiamo misurare le parole perché non abbiamo il lusso di trasmette messaggi sbagliati. Tra tesi sovraniste, si ricorda anche l'infinita querelle mediatica con la collega amica/nemica televisiva Heater Parisi, considerazioni sulle elezioni e ruoli dei partiti, l'ex ballerina ha fatto un'analisi precisa e personale della situazione politica e sociale del nostro Paese. Attraverso le pagine del settimanale Chi Magazine, ha infatti voluto condividere la sua riflessione su Lorella Cuccarini e la sua decisione di parlare in tv di politica. Io come personaggio pubblico, desidero parlare di quello che so io, non di quello che non so.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE