Wanda Nara, dirò sempre quello che penso

Rufina Vignone
Marzo 14, 2019

In occasione della cerimonia per il ritorno del Premio Socrate 2019, Wanda Nara, moglie ed agente di Mauro Icardi, centravanti dell'Inter, si è così espressa in presenza dei giornalisti accorsi per l'occasione: "Dirò sempre quello che penso".

Il caso legato a Mauro Icardi tiene banco in casa Inter da ormai un mese e la principale accusata di tutto questo caos è stata la moglie e agente dell'attaccante nerazzurro, Wanda Nara.

"Per molti, forse, si tratta di una sorpresa". Lo stesso Cesare Lanza ha voluto precisare le motivazioni di questa scelta particolare: "Tra i valori più cari per Socrate (e, in assoluta modestia, anche per me e milioni di altri cittadini) c'è la libertà di opinione e di parola". Questo diritto sembra essere stato negato a Wanda, considerando l'alluvionale tormentosità delle critiche che le sono state rivolte da ogni parte.

Wanda Nara non si arrende e, anzi, contrattacca: 'Nessuno può farmi stare zitta'. Penso che sia importante per tutti, nel nostro piccolo, far qualcosa per restituire valore al merito e alle qualità individuali.

La sexy procuratrice aggiunge: 'Io sono innanzitutto mamma di cinque bambini, fra cui due femmine, a cui auguro un uomo come mio marito, che è così giovane e mi difende, mi lascia parlare, anche dire cose su cui non siamo d'accordo. "Mi ascolta, le donne vanno sempre ascoltate". Il mondo del calcio è difficile per una donna, ma io mi esprimerò sempre. Un premio, alla memoria, andrà alla poetessa, Alda Merini .

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE