Locatelli: "Il Milan era la mia vita, ho pianto e sofferto"

Rufina Vignone
Marzo 14, 2019

Dopo il brutto addio al Milan, a Manuel Locatelli attualmente giocatore del Sassuolo non dispiacerebbe sicuramente approdare alla Juventus. Il Milan? Non sentivo più fiducia, è stata la mia vita per 10 anni. Affetto da ripagare, visto quanto ha speso (14 milioni di euro bonus compresi per l'obbligo di riscatto, ndr). L'impatto in provincia non è stato nemmeno semplicissimo: "All'inizio ho fatto fatica, ammetto. Non lo so: se in futuro ci fosse un interesse sarebbe fantastico, ma ora c'è il Sasol". Qui mi sento importante e posso esprimere le mie qualità per diventare protagonista.

Prima però c'è anche un Europeo Under 21 da giocare da protagonista in casa con la maglia dell'Italia. Siamo forti e molti di noi hanno iniziato a giocare con frequenza - ha commentato a La Gazzetta dello Sport -. "Mancini? Non mi facci viaggi mentali.". Infine una parola su Patrick Cutrone, compagno di una vita nelle giovanili rossonere: "È l'amico assoluto, siamo due matti". Senta questa: arriviamo alla fine della stagione, io sarei dovuto passare in prima squadra e lui non sapeva nulla del proprio futuro. Senza saperlo due giorni dopo ci vediamo in nazionale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE