Friday for Future, studenti contro il cambiamento climatico

Bruno Cirelli
Marzo 14, 2019

Ci saremo anche noi allo Sciopero Globale per il Clima - Global Strike for Future - organizzato il 15 marzo in tutto il mondo. E' stato infatti fissato dalla sedicenne svedese Greta Thunberg uno sciopero per il clima, proprio per il prossimo venerdì.

Una ciminiera in un’immagine del 2005 anno del protocollo di Kyoto sul clima. Quell'accordo fra 169 nazioni per attuare rimedi a difesa della salute del pianeta minacciato da anidride carbonica e gas serra è quasi fallito prima ancora di essere att

Secondo l'Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change), organismo tecnico-scientifico dell'Onu sui cambiamenti climatici se le Nazioni non prenderanno provvedimenti per limitare la diffusione dei gas serra, l'aumento della temperatura media globale potrebbe superare la soglia di 1,5 gradi in appena 11 anni, nel 2030 con un impatto socio-economico devastante. Si siede davanti al parlamento svedese per scioperare contro l'immobilismo dei governi che non stanno affrontando la crisi climatica che viviamo. L'iniziativa di Greta, che convive con la sindrome di Asperger, ha riscontrato successo fin da subito. Molte associazioni e diversi studenti di Germania, Paesi Bassi, Finlandia, Danimarca, Australia e Italia hanno iniziato a seguire la Thunberg scioperando ogni venerdì. Al movimento di protesta studentesco aderiscono, però, anche gli adulti, tra cui tremila scienziati. Il Commissario Ue alla ricerca e all'innovazione Carlos Moedas converserà con i ragazzi di Radioimmaginaria.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE