Boeing 737 Max, anche Trump blocca i voli

Bruno Cirelli
Marzo 14, 2019

Anche il Regno Unito ha preso questa decisione dopo Cina, Indonesia, Australia, Singapore e Malesia. Air Italy si troverà in difficoltà, in quanto possiede tre aerei di questo tipo.

La US Federal Aviation Authority (FAA), l'agenzia federale statunitense che si occupa del traffico aereo, ha deciso di non sospendere l'uso dei Boeing 737 Max 8 - cioè lo stesso modello dell'aereo precipitato in Etiopia domenica - a differenza di quanto fatto dall'Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA) e molti altri enti analoghi per altri paesi. E rispetto ai precedenti modelli ha motori più grandi "che hanno costretto a modifiche nel software di controllo automatico, in grado cioè di scavalcare i piloti, di aspetti quali l'angolo di volo".

Dopo un giorno di dubbio, anche l'Italia si accoda agli stati che hanno bandito il velivolo.

Se non possedete l'email di conferma o non trovate i codici - oppure volete avere accesso a dati aggiornati - potete controllare direttamente su uno dei portali che tengono traccia di tutti gli aerei. 'A seguito del tragico incidente del 10 marzo - si legge in un tweet della compagnia aerea - Ethiopian Airlines ha deciso di tenere a terra tutti i Boeing 737 Max.

Boeing ha annunciato che procederà ad un aggiornamento del software dell'intera flotta dei 737 Max, dopo le richieste della Federal Aviation Administration, che includono anche un aggiornamento del manuale per l'addestramento dei piloti. Tale correzione non sarebbe facilmente e prontamente aggirabile da parte dei piloti, che dunque si troverebbero nelle condizioni di non poter più governare correttamente l'aeromobile.

"La sicurezza è un valore fondamentale per tutti in Boeing ed è la nostra priorità assoluta - prosegue la nota - Il 737 Max è un aereo sicuro che è stato progettato, costruito e supportato dai nostri dipendenti qualificati che si avvicinano al loro lavoro con la massima integrità". L'Etiopia aveva annunciato di volerli inviare in Europa perché non ha la tecnologia necessaria.

Il Boeing 737 Max è nella flotta di 100 compagnie: American Airlines, Southwest, Air China, United e Air Canada sono alcune delle compagnie aeree ad avere in flotta il 737 Max 8. Una decisione confermata anche dall'Irlanda, dall'Austria e dall'Olanda.

Un pilota di una linea commerciale Usa a novembre ha riferito che durante il decollo, con il pilota automatico inserito, "per 2-3 secondi l'aereo ha messo il muso verso il basso" tanto da far scattare il sistema d'allarme.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE