Aggressione a Bettarini jr, fuori dal carcere l'accoltellatore

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 14, 2019

Nelle sue IG Stories va il via a uno sfogo amaro dovuto alla scarcerazione di un suo aggressore.

Nel provvedimento il gip fa presente che, "nonostante la consistenza della pena" e i "precedenti penali dell'imputato", devono essere "tenute in considerazione alcune osservazioni" degli avvocati Robert Ranieli e Antonella Bisogno. Per questo motivo Caddeo andrà agli arresti domiciliari, dovrà lavorare in una comunità e curarsi in un centro per il recupero dei tossicodipendenti. Questo è un paese di mer*a dove la giustizia non c'è PER NESSUNO. E annuncia che parlerà e dirà la sua. Ma il suo aggressore Davide Caddeo, condannato a nove anni di reclusione, è stato scarcerato dopo nemmeno 2 mesi su decisione del gip.

Preso da questo impeto furioso, Niccolò non si ferma solo a commentare la deludente sentenza, ma questo stato di nervosismo lo spinge a scagliarsi anche contro l'avvocato che lo ha assistito durante questa triste vicenda: "Soprattutto vorrei fare i complimenti al mio avvocato". Spero siate contenti ora. Faccio questa storia perché sono incazzato e perché a quanto pare fare le storie su Instagram è l'unico modo per arrivare in qualche modo alla gente.

Anche un "percorso di giustizia riparativa che si concretizzerebbe in un contatto" con lo stesso Bettarini. Io sono stato zitto tutti questi mesi in cui ne sono successe di cose. Sono state dette parole, tante. Però a me non me ne frega un c***, dico quel che penso.

Erano giunte le prime luci dell'alba nella notte che portava da sabato 30 Giugno a domenica primo Luglio 2018 quando a Milano, in via Alemagna, Niccolò Bettarini fu coinvolto in una aggressione in cui riportò diverse ferite. Ho dovuto sapere tutto attraverso notizie e amici miei. Non lo faccio per pubblicità o per apparire, str***te e perché non me ne frega nulla. Comunque io ho rifiutato.

E poi bisogna fare i complimenti al giudice. "Io avevo detto che la giustizia era stata giusta con me, mi ritenevo fortunato, purtroppo non è più così". "Non ho saputo niente per mesi, ci ha abbandonati dopo l'ultima sentenza", ha detto nel video il ragazzo. Ve ne potete andare tutti a fare in c**o, voi e chi è sopra di voi. Inserendo un commento, l'utente dichiara di aver letto, compreso e accettato il. 160mila calci in cu*o. Se non è confermato l'indirizzo mail, il commento resterà in attesa di approvazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE