Sauditi nel cda della Scala. È scontro - Life

Bruno Cirelli
Marzo 13, 2019

A margine della presentazione a Palazzo Marino del concerto straordinario per la canonizzazione di Paolo VI, Sala spiega che "il cda del Piermarini regna sovrano e non si farà condizionare dalla politica, per cui dico, lo deciderà il cda: da presidente, per rispetto del cda che si terrà esattamente fra una settimana, non posso dire in anticipo qual'è il mio orientamento". Dice che non ne sapeva nulla", si legge nel post, che si rivolge direttamente al governatore: "Ci spieghi una cosa.

A proposito della possibilità che l'Arabia Saudita entri nel cda del teatro alla Scala "noto solo che in più di uno non resiste alla tentazione di partecipare al gioco del 'io non c'ero e se c'ero dormivo'". Anche Matteo Salvini interviene sulla questione: "Sulla Scala condivido l'idea del presidente Fontana e penso che possiamo farne a meno". Duro scontro anche tra il sindaco di centrosinistra del capoluogo lombardo Giuseppe Sala e il Governatore della Lombardia, il leghista Attilio Fontana che si è dichiarato all'oscuro delle intenzioni del sovrintendente e di tutta l'operazione.

"Da molti giorni in consiglio c'è un verbale - ha riaffermato il sindaco - e quello che si è detto al cda dell'11 febbraio è stato di chiedere approfondimenti, non è mai stata presa alcuna decisione, non c'è alcuna decisione e nessun orientamento al sì o al no".

"C'è chi guarda il dito e si dimentica la luna". "Delle due l'una". Per Sala "o il suo rappresentante in CdA non ha compreso una comunicazione così importante e rilevante per Milano e la Lombardia e non la avverte, e allora lo revochi immediatamente, oppure lei fa il furbo". E Sala ribadisce che nel consiglio del 18 marzo "esamineremo le carte, è inutile arrivare a conclusioni prima". Quella di Sala " è una fake news - scrive ancora -, insinuata dai titoli di una intervista a Pereira (Alex Pereira, sovraintendente del Teatro alla Scala, ndr) fatta poi circolare" in rete. Anche il Sindaco non ha resistito, dichiarandosi sorpreso per una notizia non vera. "Prova a distrarre dal fatto che non solo aveva seguito la cosa dall'inizio e passo dopo passo, ma che l'ingresso dei sauditi nel cda del Teatro più importante del mondo evidentemente lo voleva e lo vuole". "Il punto è questo e sono certo, in questo concordando con il sindaco - che nel prossimo cda le carte saranno chiare.".(ANSA).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE