Al Bano è una minaccia: l'Ucraina lo inserisce nella lista nera

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 13, 2019

Il ministero della Cultura ucraino, che opera insieme al Consiglio di Sicurezza e Difesa nazionale, i servizi di sicurezza e il Consiglio della Tv e Radio, ha inserito Al Bano Carrisi tra le 147 persone non gradite in patria.

"Giuro che per me è un fulmine a ciel sereno". L'aggressione militare russa contro l'Ucraina è iniziata esattamente cinque anni fa in Crimea, e ha portato a persecuzioni, torture ed uccisioni dei tartari di Crimea (il vero popolo autoctono di Crimea), ucraini e russi che si sono opposti contro l'annessione illegale della penisola. Lo riferisce l'agenzia Interfax.

Il cantante è stato inserito nella lista nera ed è considerato una minaccia a livello nazionale. "Dopo una miriade di telefonate mi sono chiesto che cavolo fosse successo, quando ho letto poi ho capito e sicuramente si tratta di un errore madornale perché è impossibile trasformare un uomo di pace quale io so di essere in un terrorista qualsiasi". "Certo questo titolo mi mancava". Quando gli è stato chiesto delle vittime tra i civili siriani che Mosca è accusata di aver provocato, Al Bano ha risposto che "purtroppo la cosa piu' demenziale al mondo è la guerra", che "quando arriva non guarda in faccia nessuno. Solo allora potremo ritenerci umani". Inutili e dannose". "Putin? Nel 2014, ad esempio, era stato netto: "Le sanzioni alla Russia?". Dopo che l'Ucraina ha messo il cantante sulla sua lista nera per la sua sua vicinanza al presidente russo Vladimir Putin, Perelygin ha lanciato un appello rivolto ad Albano: "In tutti i tempi i grandi artisti costituivano un importantissimo punto di riferimento per tanti ammiratori e per le generazioni cresciute con la loro arte sublime".

La decisione da parte del ministero della Cultura ucraino è avvenuta in seguito ad alcune dichiarazioni filorusse di Al Bano, che avrebbe detto di riconoscere in Putin un buon capo politico. "Bisogna capire l'anima del popolo russo, che ha un amore stupendo per l'Italia".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE