Vladimir Luxuria e Daniela Santanché "Si operi se vuole essere donna"

Ausiliatrice Cristiano
Marzo 12, 2019

"Si operi lei per cambiare mentalità". "Si operi se vuole essere donna sennò per me resta un maschio" dice la senatrice di Fratelli d'Italia durante la trasmissione di Massimo Giletti su La7.

Continuano a volare stracci in televisione tra Vladimir Luxuria e Daniela Santanchè, le quali hanno inaugurato un consueto spazio di bagarre nel salotto di "Non è l'Arena", il talk di politica e attualità di La7 condotto da Massimo Giletti.

Il dibattito era nato da una semplice questione lessicale.

"Peccato che non esiste anche l'invito a poter operare qualcuno di mentalità - ha replicato Luxuria - perché sarebbe una grande cosa". "Qua - aveva esordito la Santanché - si sta cambiando il linguaggio perché viviamo in una dittatura del politicamente corretto".

Su tale presupposto intende ripristinare ciò che lei ritiene l'unica verità: i genitori sono due, come nella lingua italiana, che a differenza di altre, non comprende neppure il neutro. "Ci sono i maschi e ci sono le femmine, ma ci sono anche i bambini intersessuali di cui non si parla mai". Appartiene alla sua natura intrinseca e Daniela Santanché non ha diritto di giudicare la sua vita e ciò che è lei. E' vero, i sessi biologici sono due. "Vorrei ripristinare la verità: chi ha il pisello è un uomo e chi ha la vulva è una femmina. Lei è nata donna, ma rispetti la mia identità di genere, io mi sono sempre sentita così, se lei non vuole considerarmi così me ne farò una ragione", ha concluso l'artista. "O se non vuole restare un maschio si opera".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE