Tunisia, 11 neonati morti in ospedale: forse un alimento scaduto

Bruno Cirelli
Marzo 11, 2019

Undici neonati sono morti in Tunisia, nell'ospedale Rabta di Tunisi. Secondo i risultati preliminari resi noti dall'unità di crisi del ministero della salute, la morte degli undici neonati "è dovuta probabilmente a uno shock settico causato da infezioni del sangue". Infezioni che, spiega un comunicato della Società tunisina di Pediatria, sarebbero da ricondurre alla somministrazione ai piccoli "di un prodotto nutrizionale". Il ministro della Sanità tunisino ha rassegnato le proprie dimissioni al premier Chahed. Questo è quanto è emerso dagli esami sui campioni biologici e di tessuti prelevati dai neonati. L'associazione dei pediatri tunisini ha dichiarato che "i primi elementi dell'inchiesta in corso" indicano la causa in "un'infezione causata da un prodotto per l'alimentazione per via endovenosa". È stata anche aperta un'inchiesta e il premier Youssef Chahed ha assicurato trasparenza.

La Tunisia è sotto shock per la morte di 11 neonati avvenuta nell'arco di due giorni in un ospedale di Tunisi, probabilmente a causa di una setticemia: un caso che ha fatto saltare la poltrona di un ministro e innescato una raffica di denunce sulla malasanità a discapito dei meno abbienti provocata dai tagli imposti dal Fondo monetario internazionale, corruttele e nepotismi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE