Tav, Conte a Telt: "I bandi slittano ma non gli avvisi"

Bruno Cirelli
Marzo 11, 2019

Una normalissima procedura, nel quadro del Grant Agreement e della Direttiva 24/2014/UE, che dà avvio all'aggiudicazione dei lavori. All'ordine del giorno la conclusione della discussione sui bandi di gara da 2,3 miliardi per lo scavo del tunnel di base.

Ha chiesto di "soprassedere dalla comunicazione dei capitolati di gara" e di "astenersi da qualunque atto" che "produca vincoli giuridici" per l'Italia.

In una lettera la società aveva annunciato al premier Giuseppe Conte l'intenzione di procedere per non perdere 300 degli 813 milioni di euro della prima tranche di contributi comunitari e non incorrere in eventuali responsabilità civili e amministrative.

3 Cos'è la Telt e cosa ha risposto al premier? Telt si impegna a non dare il via ai bandi sui lavori principali solo dopo il via libera dei Governi di Italia e Francia.

Mentre Salvini (con la Lega convinta che alla fine la Tav si farà), prima attacca l'opposizione ("Con questi qui ne facciamo sedici di Tav prima che si rianimano"), poi rivendica l'incasso dei provvedimenti che più gli stanno a cuore (autonomia regionale e sblocca-cantieri) e infine mette le mani avanti e assicura che "con le europee per il governo non cambia nulla".

5È stata fermata la Tav? Non c'è nessuna crisi in vista. È quello che prevede già la clausola di dissolvenza.

Poi è arrivata l'analisi costi-benefici richiesta dal ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli e, in seguito, gli altri pareri di tecnici indipendenti che il presidente del Consiglio si è premurato di ascoltare: "Se l'analisi costi-benefici non avesse retto, avrei detto sì a Salvini e no a Di Maio, anche se sapevo che avrei messo in forte difficoltà il M5S".

9 Cos'è l'avallo preventivo? L'analisi costi benefici va discussa con il governo francese che dovrà valutare come continuare questa opera.

I soldi sono già vincolati. La Torino-Lione è frutto infatti di un trattato internazionale tra Italia e Francia ratificato dal parlamento nel gennaio del 2017.

Sì, anche se si dice il contrario. "È una lotta che ha attraversato ogni periodo storico", ha concluso. I 5 Stelle hanno ceduto nei fatti, ottenendo una parziale vittoria mediatica, che fa passare la tesi del rinvio e dello stop all'opera.

14 Il premier Conte ha ottenuto un buon risultato?

15 Chi può fermare la Tav? Conscio che, in Parlamento, c'è una maggioranza a favore della Tav. Se l'Italia volesse sottrarsi al trattato, ci sarebbe un arbitrato internazionale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE