Il contrattacco di Facebook e Instagram ai no-vax: contenuti meno visibili

Barsaba Taglieri
Marzo 11, 2019

"Se appariranno su Facebook fake news sui vaccini - ha assicurato Monika Bickert, responsabile della politica globale di Facebook - interverremo".

Facebook bandirà dalla sua piattaforma tutti i post conteneti riferimenti alla campagna no-vax.

Facebook si prefissa di ridurre "il ranking dei gruppi e delle pagine che diffondono informazioni errate sulle vaccinazioni in News Feed e Search".

In secondo luogo il social s'impegna a cercare, individuare ed eliminare annunci no-vax. Inoltre, respingerà tutte le pubblicità riconducibili alla disinformazione sui vaccini, rimuovendo anche le opzioni di individuazione pubblicitaria degli utenti che riguarderanno le "controversie sui vaccini". "Per gli account pubblicitari che continuano a violare le nostre norme, potremmo adottare ulteriori provvedimenti, come la disattivazione dell'account pubblicitario" continua a spiegare la Bickert. La veridicita' delle notizie sui vaccini dovrebbe essere verificata sulla base dei criteri definiti dall'Organizzazione mondiale della sanita' (Oms) o dai Centri Usa per il controllo delle malattie (Cdc).

Già nei giorni scorsi Facebook si era attivata per rendere meno visibili i gruppi e i commenti che si rifanno a questi temi e ora è arrivato il momento di agire direttamente sulle notizie false che spesso, erroneamente, vengono condivise come fossero vere, facendo passare per buoni messaggi che sono palesemente falsi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE