Il Giro Rosa Iccrea

Rufina Vignone
Marzo 10, 2019

Il percorso ideato da Giuseppe Rivolta, organizzatore del Giro rosa da 18 anni, è pressoché a livello di maschi quanto a difficoltà: 10.755 metri di dislivello totale, col picco dei 2878 della tappa del 9 luglio, la Ponte in Valtellina-Gavia, 100 chilometri che si concluderanno proprio in cima al passo che tante emozioni ha regalato anche con gli uomini.

Dieci tappe, per un totale di oltre 920 chilometri tra Lombardia, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Veneto. Alla sfida parteciperanno 144 le atlete, suddivise in 24 squadre, pronte a sfidarsi per la conquista delle singole frazioni e delle ambite cinque maglie.

Tutto questo sarà possibile perché il lotto partenti è il più qualificato in assoluto: al via i migliori Team sul panorama internazionale e le migliori individualità.

Aspettiamoci, quindi, grande agonismo e conferme dalle atlete più attese. "Auguri Giro Rosa per un'altra edizione di grande successo e un futuro sempre più roseo".

Il "Giro Rosa Iccrea" (dove Iccrea sta per Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, main sponsor del Giro) scatterà ufficialmente nel pomeriggio di venerdì 5 luglio con l'inedita cronometro a squadre Cassano Spinola-Castellania, lunga 18 chilometri ricchi di saliscendi, con arrivo in salita posto davanti al mausoleo di Fausto e di Serse Coppi. La seconda frazione prevede partenza ed arrivo a Viù, nel torinese. La quarta tappa è sulla carta la più facile della corsa rosa, con start a Lissone (MB) ed arrivo nel cuore di Carate Brianza (MB) per un totale di 100,1 chilometri ricchi di saliscendi. Martedì 9 luglio il "tappone", Ponte in Valtellina-Gavia, e bis valtellinese il 10 con la cronoscalata di 12,1 chilometri nelle vigne a terrazzamento della provincia di Sondrio con la Chiuro-Teglio. La Cornedo-San Giorgio di Perlena/Fara Vicentino ha il monte Malo e due ascese alla Rosina (128,3 km), già affrontata lo scorso anno nella frazione vinta dalla ex campionessa europea Marianne Vos, una delle concorrenti da tenere d'occhio, quantomeno assieme alla maglia rosa uscente Annemiek Van Vleuten. Venerdì 12 luglio le "girine" percorreranno 133,3 chilometri da Vittorio Veneto (TV) a Maniago (PN), caratterizzati dal G.P.M. a Forcella di Pala Barzana (863 m.s.l.m.) ed al G.P.M. di Clauzetto (600 m.s.l.m.). Penultima frazione, il 13 luglio, da Gemona del Friuli alla Malga Montasio, un altopiano a quota 1546 dopo 125,5 chilometri. E infine la San Vito al Tagliamento-Udine, 120 chilometri che si chiudono con lo spettacolare strappo sul pavè del Castello del capoluogo friulano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE