Atp Finals, firmato il decreto per la candidatura di Torino

Rufina Vignone
Marzo 10, 2019

Torino torna in corsa per le Atp Finals di tennis.

E' attesa per questa sera la decisione dell'Atp sulla sede che ospiterà, per il prossimo quinquennio (2021-2025), l'importante evento, ma solo nei prossimi giorni verrà comunicata alla stampa.

Festeggia la sindaca Chiara Appendino che fino a una settimana fa si sentiva abbandonata dai suoi a Roma, anche se Di Maio lunedì scorso aveva garantito che si sarebbe fatto il possibile per salvare il salvabile. I componenti leghisti dell'esecutivo, in particolare il sottosegretario alla presidenza del consiglio, Giancarlo Giorgetti, non si sono piegati e il premier Giuseppe Conte non ha potuto firmare l'atteso il decreto atteso. "Ringrazio il sottosegretario Giorgetti per aver trovato la soluzione - dice Riccardo Molinari, capogruppo della Lega a Montecitorio - dopo che tutti i gruppi parlamentari avevano appoggiato la mia proposta di legge sugli Atp". Giovanni Tria, ministro dell'Economia, ha infatti firmato il decreto della presidenza del Consiglio dei Ministri per il finanziamento alla candidatura e la Federtennis lo ha inviato via mail all'ATP, i sette membri del board sono riuniti a Indian Wells e nelle prossime ore decideranno sul da farsi. È una notizia straordinaria per Torino e per tutto il Paese perché adesso possiamo giocarcela fino alla fine con Londra, Manchester, Tokyo e Singapore.

Entusiasta il Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Economia e delle Finanze, Laura Castelli: "Sono molto felice che come Governo si sia deciso di sostenere concretamente la candidatura di Torino per ospitare le Atp Finals di tennis dal 2021 al 2025. Di una cosa potete essere certi: questa non è la partita di una singola persona ma di una intera squadra e noi continueremo a lottare ogni minuto che ci separa da quel momento per portare a casa il risultato con la stessa determinazione, lo stesso coraggio, la stessa tenacia che ci hanno portati fin qui".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE