Elezioni regionali in Sardegna, come e perché si vota

Paterniano Del Favero
Febbraio 25, 2019

Un consiglio regionale da rinnovare e un nuovo presidente da eleggere in Sardegna, nei giorni in cui sull'isola c'è la protesta dei pastori per il crollo dei prezzi del latte. Da un exit poll di Opinio Italia per la Rai, per la presidenza sarebbe testa a testa tra Solinas (centrodestra, 36,5% 40,5%) e Zedda (centrosinistra, 35% e 39%).

L'affluenza delle ore 12 al 16,7% segna un dato in leggero aumento rispetto alle precedenti elezioni: nel 2014, infatti, alla stessa ora aveva votato il 14,5% degli aventi diritto. Forza Italia oscilla tra il 6 e il 10 mentre Fratelli d'Italia è dato tra il 2 e il 5%.

Sono otto le circoscrizioni elettorali nelle quali sono candidati i sette aspiranti presidenti con 1.364 candidati, suddivisi in 24 liste, che aspirano a diventare consiglieri regionali: in 58 andranno a sedersi sui banchi del Palazzo di via Roma a Cagliari, due posti sono riservati al presidente eletto ed al candidato presidente della coalizione che arriva seconda. Il centrosinistra tra il 28e il 32. Il Movimento Cinque Stelle va dal 14% al 18%. Primo, di essere il partito trainante del centrodestra. I risultati sono stati molto modesti daprrima. Ma gli ostacoli sono stati vari: alcuni fisiologici, come i problemi lasciati in sospeso dall'attuale governo regionale a guida Pd, altri più legati a precise contingenze. Anche i big nazionali del centrosinisra non si sono visti in Sardegna. Un risultato eccezionale e al di là di qualsiasi aspettativa. Così il Movimento 5 Stelle commenta gli exit poll delle Regionali in Sardegna. Sì, il M5s paga il calo di consensi e la continua erosione di consenso per mano leghista, confermata ogni settimana dai sondaggi da molti mesi a questa parte a livello nazionale. Puddu ha dovuto fare un passo indietro quando è stato condannato per abuso d'ufficio. La difesa del vicepremier è assai prevedibile: alle amministrative il Movimento non sfonda mai, la competizione con le coalizioni è persa in partenza (ragion per cui, nelle nuove regole allo studio dei 5 Stelle, c'è l'apparentamento con le liste civiche), il sorpasso della Lega, a differenza dell'Abruzzo, qui non c'è stato. Gli exit poll danno un risultato inferiore al 20%: tra il 14-18%, col suo candidato Francesco Desogus che ha fatto ancora peggio (13,5-17,5%). E' successo anche stavolta? . Per ora, analizzando gli exit poll, non è possibile avere una risposta.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE