Sospetto caso di meningite ad Avellino

Barsaba Taglieri
Febbraio 22, 2019

Un ragazzino di tredici anni da lunedi è ricoverato all'ospedale Moscati di Avellino per meningite.

Il 13enne quando è arrivato in ospedale dopo un primo ricovero in pediatra è stato trasferito presso il reparto di malattie infettive dove si trova tutt'ora. Ulteriori accertamenti sono in corso.

Le sue condizioni al momento sono buone e stabili: il ragazzo infatti sta rispondendo bene alle terapie ed al momento non desterebbe preoccupazioni. L'Asl è stata informata, ma per questo tipo di meningite non è prevista la profilassi. Una eventualità fortunatamente scongiurata già con i risultati delle prime analisi, risultate negative alla presenza del fatale batterio. Il Dottor Marrone, responsabile dell'Azienda Sanitaria Locale, spiega: "Per il caso di meningoencefalite, diagnosticato a carico di un alunno della scuola in oggetto, viene esclusa sulla base dei dati clinici e di laboratorio, la natura menigococcica della patologia". Immediata però l'attivazione della profilassi, come da protocollo standard, per tutti coloro che sono venuti in contatto direttamente con il tredicenne, che frequenta una scuola media del capoluogo irpino, ed in particolar modo i propri familiari. La preside dell'istituto, che nelle ore della crisi non ha mai lasciato la scuola, racconta: "I nostri telefoni sono stati presi d'assalto dai genitori allarmati".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE