Frecce rosa e tricolori, sarà un Giro d’Italia mai visto

Rufina Vignone
Febbraio 21, 2019

Sarà una delle eccellenze del Friuli Venezia Giulia riconosciute a livello internazionale a fare da partenza per una delle tappe del Giro d'Italia 2020, ovvero la base di Rivolto da cui si alzano in volo le Frecce Tricolori. Ad annunciarlo oggi in una conferenza stampa ospitata alla base di Rivolto, il comandante del II Stormo delle Frecce Tricolori, Andrea Amadori, e il magg.

Il Presidente delle Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga ha dichiarato: "Presidente da poche settimane, lo scorso anno ho avuto il privilegio di assistere alla spettacolare tappa dello Zoncolan, a margine della quale ho espresso l'auspicio che il legame tra il Friuli Venezia Giulia e il Giro d'Italia potesse rafforzarsi già a partire dalle successive edizioni". "Questo - ha detto - è un ambiente di grande suggestione che, se presentato al pubblico del Giro, potrebbe andare a colpire la platea di spettatori facendoli diventare potenziali turisti della nostra regione".

L'annuncio è stato dato martedì da Mauro Vegni, direttore del Giro, e da Gaetano Farina, il comandante delle Frecce. Rivolto, sede del Comando del 2°Stormo, in occasione della sessantaesimo compleanno delle Frecce tricolori, infatti darà il via ad una delle frazioni del Giro d'Italia 2020. "Organizzare questa partenza, unica nella storia, dimostra che la sinergia tra la Corsa Rosa, il Friuli Venezia Giulia, l'Aeronautica Militare e tutte le istituzioni coinvolte è ancora una volta vincente". Nell'ultimo decennio le Frecce Tricolori si sono esibite al Giro due volte, una volta ogni 5 anni (2009 e 2014), e non potevano mancare nel 2020 quando avranno una ricorrenza importantissima da festeggiare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE