LAUTARO, Icardi? Decisione sua e di Wanda

Rufina Vignone
Febbraio 20, 2019

Continueremo ad appoggiarlo. Il suo futuro dipenderà da lui e di chi lo gestisce, questo non è un nostro problema.

Spalletti ha poi aggiunto: "Queste situazioni non si risolvono con le chat, con i video o con i like: si risolvono stando in un contatto molto reale, se ci si ricorda come si faceva una volta diventa tutto più facile". A volte si prendono anche posizioni scomode, ma che hanno un fondamento. Spalletti difende quindi le scelte fatte finora, e si aspetta un passo dalla "controparte": "Se ci si inizia a comportare secondo logica, seguendo un ragionamento corretto, Mauro rientrerà al 100 per cento". Fino a poco tempo fa quando non c'era Icardi dicevamo che era un'assenza pesante. Si risolvono con le parole e stando insieme. Possono coesistere. Uno è più bravo dentro l'area, l'altro è più disinvolto anche a venire fuori. "Per noi è un giocatore molto importante, lo appoggeremo affinché torni a giocare con noi". "Non ho un artista preferito, ma ascolto sempre raggaeton". "E da parte di un allenatore è grandioso lavorare con ragazzi che hanno questa mentalità". "Anche se in quel caso dovevo difendere un po' di più".

"Gli accertamenti non hanno evidenziato variazioni significative rispetto agli esami eseguiti prima dell'inizio della stagione sportiva in corso": è quanto si legge nel comunicato dell'Inter dopo la risonanza magnetica a cui si è sottoposto Mauro Icardi oggi. Abbiamo fato chilometri e ci è mancato un centimetro: "bisognava prenderselo".

CANDREVA - Con Spalletti in conferenza stampa c'è Antonio Candreva. Sappiamo che Mauro è dispiaciuto così come tutti noi, lui ci tiene a questa squadra, a questa maglia e ai suoi tifosi. Lo aspetteremo a braccia aperte quando sarà recuperato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE