Mia Martini, Patty Pravo annuncia querela: "Diffamazione a mezzo stampa e internet"

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 19, 2019

La cantante ha spiegato attraverso i suoi canali social che "a seguito dei messaggi dal contenuto falso e offensivo ricevuti nei giorni scorsi sono costretta a pubblicare il seguente comunicato".

Subito dopo il Festival di Sanremo, la Rai ha mandato in onda il film 'Io sono Mia', dedicato all'indimenticabile di Mia Martini. La sorella di Loredana Bertè infatti, è stata vittima di una grande ingiustizia, che ha segnato la sua vita fino alla morte, avvenuta nel 1995. Queste parole sono rimbalzate su diversi media e non è mancato chi, sui social, ha rivolto offese alla Pravo.

Il motivo di tale atteggiamento era legato ad un'incredibile quanto assurda voce che la vedeva come una portatrice di sfortuna.

In una intervista del 1983 la compianta Mia Martini fece i nomi di due cantanti che alimentarono le malelingue su di lei.

Il biopic, diretto da Riccardo Donna, che aveva per protagonista Serena Rossi, ha ripercorso luci e ombre della vita privata e artistica di Mia Martini, dagli esordi al successo, dai dischi venduti alle porte sbattute in faccia, sino al declino. Addirittura anche su Spotify i suoi successi da "Piccolo Uomo" a "Almeno tu nell'universo" sono comparsi in classifica Ma con il ricordo di Mia Martini ecco spuntare anche le polemiche per una sua presunta intervista rilasciata negli anni Ottanta a "Gente", dove l'artista avrebbe indicato in Patty Pravo e Fred Bongusto "i primi a dire che portavo jella". Sta facendo il giro del web una presunta intervista che Mia avrebbe rilasciato, di fonte però incerta. "Poi è stata la volta della RAI che ha cominciato a non mandare più le mie canzoni". Queste vecchie dichiarazioni, molto probabilmente sconosciute ai giovanissimi, sono state riportate a galla da qualcuno e, inevitabilmente, la Pravo è finita al centro di una bufera non indifferente.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE