Cdp sale in Tim, il titolo vola a Piazza Affari

Paterniano Del Favero
Febbraio 18, 2019

Ieri, infatti, il consiglio di amministrazione della Cassa ha deliberato l'autorizzazione all'acquisto di ulteriori azioni con "una prospettiva di lungo termine".

Cassa depositi e prestiti (Cdp) pronta a rafforzare fino al 10% la propria partecipazione all'interno del capitale di Telecom Italia. I vertici della società che, tra le altre cose, gestisce il risparmio postale ha tracciato per il gruppo telefonico "un disegno industriale: dare vita a una società delle reti di nuova generazione mettendo insieme la rete di TIM con quella di Open Fiber, di cui controlla il 50% insieme all'Enel".

In un'intervista al Sole 24 Ore, il manager aveva detto che "entrare nella partita delle reti tlc è una scelta strategica per Cdp e per il Paese. Senza fretta". Parole che, riflesse nella decisione del Cda, si traducono come la volontà di aumentare il pressing sul dossier della rete unica, uno dei più importanti e decisivi temi nell'ottica di un potenziamento delle infrastrutture del Paese. Entrando nel dettaglio, Palermo ha spiegato che Tim, in questa partita, è importante come lo è "la creazione di reti convergenti". Nel frattempo, con l'acquisizione da parte di Cdp di un ulteriore 5 per cento di Tim, Vivendi verrebbe messo all'angolo e il fondo Elliott, che appoggia il progetto della rete unica, ne uscirebbe vincitore in questa che si prospetta come una guerra all'ultima banda. Nel soppesare vantaggi e svantaggi va tenuto conto di vari aspetti, compresi quelli occupazionali.

Ora l'attenzione è puntata sia sul nuovo piano strategico di Tim, che l'ad Luigi Gubitosi presenterà nel CdA del 21 febbraio, sia soprattutto sull'assemblea del prossimo 29 marzo, con i francesi di Vivendi, primi soci nell'azionariato al 23,9%, che hanno chiesto la revoca di cinque consiglieri in quota Elliott, socio al 9,4% e che attualmente esprime il consiglio di amministrazione della compagnia. I giornali parlano anche della volontà del fondo Elliott di aumentare la quota, ora poco sotto il 10%.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE