Sanremo 2019, anche gli esorcisti fanno polemica: nel mirino Virginia Raffaele

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 14, 2019

Mentre canta, all'improvviso, il grammofono si interrompe e Virginia con una serie di parole onomatopeiche reinterpreta il classico suono dello strumento di riproduzione che si inceppa. Durante la terza serata, la conduttrice porta sul palco dell'Ariston una gag nella quale imita i rumori prodotti da un vinile che suona, su un giradischi rotto, la celeberrima canzone "Mamma" dell'artista Beniamino Gigli. E a quel punto ha pronunciato per 5 volte il nome di Satana.

Finito Sanremo 2019 e le polemiche sui vincitori e le giurie, sul web è partito un nuovo inquietante filone di accuse rivolte alla produzione del Festival di Claudio Baglioni. In realtà l'esperto in questione - di cui parleremo più avanti - non ha precisato che questa a Sanremo è solo l'ultima performance di un diavolo determinato a conquistare lo showbiz internazionale e a scuotersi un po' da dosso i vecchi film del passato. Don Buonaiuto, che non deve avere grande senso dell'umorismo, si è scagliato contro la povera Virginia, rea di "non tenere conto della sensibilità di tante persone che soffrono a causa della presenza del maligno".

"Non si è tenuto conto della fede dei tanti cristiani che seguivano uno dei programmi più amati dagli italiani - prosegue il sacerdote -, mancando così di rispetto specialmente alle tante persone che sono realmente oppresse dalle forze del male". Purtroppo, la faccenda non è finita qui. L'anatema è don Aldo Buonaiuto, uno dei volti più noti della Comunità Papa Giovanni XXIII, dove opera da 27 anni 15 dei quali accanto al fondatore don Oreste Benzi.

Nel post di Facebook del vicepremier leghista, pubblicato ieri sera verso la mezzanotte, si legge: 'Capisco e condivido le preoccupazioni espresse da don Aldo Buonaiuto, non bisogna sottovalutare le sette sataniche. "Questo - ha aggiunto il leader leghista - è un problema preoccupante, che apparentemente sembra lontano dalla vita di tutti i giorni ma che invece è molto più vicino e frequente di quanto si pensi".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE