Invasione di orsi polari in Russia, colpa del cambiamento climatico

Bruno Cirelli
Febbraio 14, 2019

"La gente ha paura, paura di uscire di casa, le attività quotidiane sono influenzate da tali presenze, e i genitori hanno paura di mandare i figli a scuole e all'asilo", sostiene la nota.

"C'è un grande accumulo di orsi polari intorno alle aree popolate" dal dicembre 2018. Una situazione che non ha precedenti.

Gli orsi popolari, racconta Il Post, avrebbero mostrato un atteggiamento spesso aggressivo nei confronti della popolazione, e i tentativi di spaventarli con l'obiettivo di dirottali fuori dalla città sono tutti falliti.

Gli orsi si spingono fino alle abitazioni in cerca di cibo, frugano tra la spazzatura, adesso i funzionari locali hanno dichiarato lo stato di emergenza visto che non sono mancati episodi in cui gli orsi sono entrati perfino all'interno delle case.

Gli orsi bianchi in via di estinzione in Russia e la loro caccia è vietata.

Tutto previsto da tempo con l'Artico che si sta scaldando al doppio della velocità rispetto al resto del pianeta, con le temperature invernali che stanno aumentando e con il ghiaccio marino, principale habitat degli orsi polari, che si sta riducendo.

Il paesino di Belushya Guba, in Russia, è nel panico per una massiccia invasione di orsi polari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE