Conte: "Juncker verrà a Roma ad aprile"

Bruno Cirelli
Febbraio 14, 2019

Il premier ha parlato anche dell'Onu nel corso della plenaria al Parlamento europeo: "Nessuno Stato Membro europeo può da solo giocare un ruolo significativo". La replica di Conte non si è fatta attendere "Sono orgoglioso di interpretare la voglia di cambiamento del popolo italiano. Forse i burattini sono quelli che rispondono a lobby, gruppi di potere e comitati di affare", ha concluso il presidente del Consiglio. In un durissimo intervento in italiano, l'esponente belga ha attacco il capo del governo dicendo che l'Italia "è diventata il fanalino di coda dell'Europa". Ha quindi continuato aggiungendo: "Il progressivo avanzamento nel percorso di integrazione ci ha reso realmente popolo, comunità di destino, al di là di ogni fictio giuridica?" Certo, il percorso di definizione e di costruzione di un "popolo europeo" ha vissuto momenti significativi di avanzamento. È una battaglia, questa, su cui l'Unione Europea deve muoversi in modo coordinato, deve parlare con una sola voce. Devono ancora parlare Juha Sipila della Finlandia e Peter Pellegrini della Slovacchia. "Un'Europa forte, ambiziosa e coesa è innanzitutto necessaria per migliorare la sua capacità d'interlocuzione con gli Stati Uniti".

(Strasburgo) "L'insufficiente solidarietà all'interno dell'Unione spiega perché l'Europa fatica a essere più equa e sociale". Lotta contro la disoccupazione e sostegno alla crescita, sono, per Conte, due priorità assolute. E sulla questione migranti l'invito a non cedere a "logiche nazionaliste": serve "un'autentica solidarietà".

È durato oltre mezz'ora il colloquio tra il premier Conte e il presidente della Commissione Ue, Juncker che, ad aprile, verrà a Roma.

(Agenzia Vista) Strasburgo, 12 febbraio 2019 Conte a strasburgo, Juncker verra a aroma l 1 Aprile "Vi dò una notizia, Juncker verrà a Roma l'1 Aprile, andremo a cena, passeremo la giornata assieme".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE