Dati Pil, Boccia: non c'è complotto internazionale contro Italia

Bruno Cirelli
Febbraio 12, 2019

L'appuntamento è quindi con le nuove previsioni di inizio maggio, mentre per la nuova valutazione dei conti si dovrà aspettare dopo le europee, i primi di giugno. L'Ue a 27 e l'Ue a 28 hanno una crescita del Pil stimata dell'1,5% nel 2019. "Macron è nervoso, gli sta sfuggendo il Paese". Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio rispondendo a Unomattina a una domanda sui "Gilet gialli" sottolineando che le rivendicazioni di questi gruppi sono "comuni" con il M5s. Secondo l'Ansa, la Commissione Ue si appresterebbe a rivedere le stime di crescita dell'Italia per il 2019, tagliandole allo 0,2% rispetto all'1,2% indicato in precedenza. L'inflazione di fondo, che esclude i prezzi dell'energia e dei prodotti alimentari non trasformati, è stata modesta nel corso dell'anno, nonostante la crescita più rapida dei salari. Anche per il 2018 il Pil è rivisto al ribasso all'1,9% dal 2,1%. L'ltalia, in realtà, non aveva fatto meglio, secondo i dati della Commissione europea, crescendo solo dello 0,6% rispetto alla media dell'eurozona, balzato dallo 0,3% al +1,7%. E non è un caso, visto che, se si tiene conto delle agenzie di rating, l'americana Bloomberg parlò chiaro a gennaio 2017, sostenendo che 'la manovra economica tutta orientata al voto referendario dello scorso 4 dicembre, oltre a non aver premiato Matteo Renzi nelle urne, presenta ora il conto agli italiani, che si ritrovano con 2.167 euro di debito pubblico in più a testa'. "Occorre far passare la differenza chi crede nell'Europa e chi la vuole indebolire". "Primavera dell'Europa" si snoderà in tutta Italia e vedrà la partecipazione attiva delle "antenne" europee a livello locale, ossia i Centri di informazione Europe Direct (EDIC), i Centri di Documentazione Europea (CDE) e la rete Eurodesk per i giovani, in collaborazione con l'Ufficio di collegamento del Parlamento europeo in Italia.

"Questo parere (non vincolante, ndr) è molto importante per noi perché l'impatto finanziario e la proposta di 10mila agenti operativi entro il 2020 è cruciale per gli enti locali e regionali nell'ottica di una politica europea coerente e comprensiva sulla migrazione", ha dichiarato il consigliere regionale del FVG Franco Iacop. La crescita economica continuerà, ma sarà più moderata.

Dietro il dato 'tecnico' della recessione, frutto di anni di sciagurate politiche di austerity, si intravede la cerimonia funebre del modello occidentale di democrazia rappresentativa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE