Higuain: "Al Milan mesi difficili. Non potevo dire no a Sarri"

Rufina Vignone
Febbraio 10, 2019

" Sono molto felice di essere al Chelsea". È un grande club, con un bellissimo stadio e in cui si vive una fantastica esperienza da calciatore. Spero che con il tempo questa squadra sappia raggiungere i risultati che merita. Il centrocampista ha svolto tutta la preparazione estiva in America con la Prima squadra, ma i campioni della Premier hanno atteso proprio il suo 18esimo anno di età prima di mettere nero su bianco il contratto che lo lega al club inglese fino al 2023 per evitare i problemi burocratici del caso. Lo conosco bene, mi conosce bene.

Gonzalo Higuain, nel mese di gennaio, è approdato al Chelsea di Maurizio Sarri, suo mentore ai tempi di Napoli e, dopo appena tre partite, sembra già entrato in sintonia con i nuovi compagni e l'ambiente londinese. "È un allenatore che mi aiuta, conosce il mio gioco e sa come ottenere il meglio da me". "Dopo il Napoli sono andato alla Juve a vincere due scudetti, due Coppe Italia, abbiamo giocato una finale di Champions, al Milan non è stato facile però non credo che il mio livello sia peggiorato", ha continuato il Pipita. Dopo essersi fatto sfuggire talenti di assoluto valore come Brahim Dìaz e Jadon Sancho, difficilmente la società dell'Etihad si farà scippare l'ennesimo prodotto dell'Academy in rampa di lancio. Dopo questi sei mesi complicati, spero di ritrovare al meglio la mia forma insieme a Sarri e al Chelsea. Dopo sei anni in Italia, ho raggiunto molti obiettivi. La chiamata dall'Inghilterra è stata davvero troppo ghiotta per rifiutare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE