Reddito di cittadinanza 2019: la card con il credito, come funziona?

Paterniano Del Favero
Febbraio 9, 2019

Si tratta, infatti, di una carta rettangolare di colore giallo, ovviamente provvista di chip, del logo del circuito Mastercard e di 16 numeri stampati sopra. Lo comunica il responsabile di Poste per pagamenti, mobile e digital Marco Siracusano, nel corso dell'audizione in commissione Lavoro al Senato.

Il Vice Presidente Luigi Di Maio ha presentato il sito ufficiale e la card del Reddito di Cittadinanza presso l'Auditorium Enel. Sulla card, infatti, non sarà stampato il nome del titolare perché "nello Stato sociale che vogliamo chi accede a un programma non deve essere riconosciuto o discriminato" ha spiegato Di Maio. In tema di estero, la card non potrà essere utilizzata fuori dai confini nazionali e quindi non si potranno prelevare soldi fuori nazione. Al momento il portale ha solo schede illustrative ed è pensato come un supporto a portata di clic per gli interessati a saperne di più: cosa è e cosa offre, quali le modalità e quali i requisiti necessari per richiederlo.

Per presentare la domanda bisogna avere un ISEE aggiornato da richiedere ai CAF o tramite il sito dell'INPS. Il contributo sarà erogato da aprile sulle card. Dopo aver presentato la domanda, l'Inps verificherà i requisiti e in seguito al beneficiario sarà comunicato quando e in quale ufficio postale andare a ritirare la carta. Non sarà possibile usare la card per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità. Una famiglia con 2 adulti e 2 figli minorenni potranno avere fino a 1.180 euro al mese di cui 280 euro di contributo per l'affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo). Il "premio alla nascita", un assegno una tantum da 800 euro e del bonus bebè da 96 euro al mese (se è un secondo figlio), pur essendo sottoposto alla "prova dei mezzi" verificata da Isee, resa cumulabile con il reddito. Semaforo verde, invece, per l'acquisto di beni - quelli acquistabili sono gli stessi previsti dalla convenzione con Poste italiane per la carta Rei, la carta di pagamento elettronica già prevista per il Reddito di inclusione, la misura introdotta dal governo Gentiloni (generi alimentari, farmaci) - e servizi, e per il pagamento delle utenze (bollette eletriche e gas). Gli importi che non sono stati spesi o prelevati nei 6 mesi precedenti saranno decurtati dalla Carta, fatta eccezione per una mensilità.

QUANTO DURA - L'erogazione dura per un periodo massimo di 18 mesi continuativi.

Poste Italiane ha fatto chiarezza su prelievi in contanti - e sulle relative commissioni - ma anche sulla possibilità di acquistare online o dall'estero con quanto percepito ogni mese a titolo di integrazione del reddito familiare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE