Ascolti Tv Auditel, Festival di Sanremo 2019: terza serata top o flop?

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 9, 2019

Del resto, il festival è specchio del Paese, inevitabilmente un po' di attualità c'entra, ma credo che sia la satira che le risposte che sono arrivate dalla politica sono state sempre scanzonate. Al suo debutto a Sanremo, all'Ariston per assistere alla serata, l'amministratore delegato della Rai Fabrizio Salini promuove a pieni voti Claudio Baglioni e apre la porta all'ipotesi di un terzo festival per il 'dirottatore artistico': "Se troveremo in Baglioni la volontà di intraprendere un cammino insieme, non lo escludo".

La quarta serata del Festival di Sanremo ha tenuto davanti alla televisione 9 milioni e 552 mila telespettatori, pari al 46.1% di share. Dopo tre sere in cui un po' ci siamo annoiati e un po' abbiamo ascoltato le stesse canzoni, quelle che stanno passando in heavy rotation sulle radio e stanno riempendo i contenitori quotidiani delle televisioni, arriva il momento di decompressione: se proprio dobbiamo ascoltarle ancora una volta che siano almeno modificate nella forma, riarrangiate, diverse.

Perché Sanremo è Sanremo e non lo è senza tutte le polemiche che si trascina dietro. Del resto, sottolinea, "Baglioni si è dimostrato una perla nel panorama musicale, ma anche un talento televisivo, in grado di cantare, condurre, accompagnare, fare da spalla".

Tutto sulla quarta serata

A cominciare dal primissiomo ospite della kermesse musicale, Andrea Bocelli. "Ero l'unico che non si faceva il 'cannoncino'".

Anche Fasulo, il capostruttura di Rai 1 ha difeso Lauro: "La canzone racconta di icone pop. Oltretutto finisce con una preghiera laica, che oltre al rock'n roll e all'energia del personaggio, fa capire che dietro c'è un gruppo di artisti in gamba". Un pezzo da solo, 'Sotto il segno dei pesci', e subito un duetto con con il direttore artistico al pianoforte con 'Notte prima degli esami'.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE