Benatia, nuova vita in Qatar: la presentazione

Rufina Vignone
Febbraio 8, 2019

Il campionato del Qatar non è di certo il più qualitativo al mondo, ma è tra i più ricchi e punta in breve tempo ad attirare il maggior numero possibile di campioni come veicolo promozionale del Mondiale del 2022.

Secondo molti, il difensore avrebbe scelto di lasciare la Juventus, l'Europa, il calcio che conta, per motivi religiosi.

Mehdi Benatia, da qualche giorno nuovo difensore dell'Al Duhail, non dimentica il suo recente passato alla Juventus.

"Le critiche dal Marocco?"

"Penso che tutti dovrebbero rispettare la mia scelta - afferma Benatia - che è stata la più giusta per la mia famiglia". Credo che la mia scelta vada rispettata, perché l'ho ritenuta la migliore per me e la mia famiglia.

Chiari gli obiettivi: "Ho giocato con grandi club come Roma, Bayern e Juve. Potevo andare a club degli Emirati o dell'Arabia Saudita, ma ha preferito il Qatar perché qui giocano tanti giocatori della nazionale marocchina" le parole di Benatia rispondendo alla domanda di un giornalista che gli chiedeva se una delle ragioni del trasferimento in Qatar fosse da imputare all'avvicinamento dei figli alla religione musulmana. Ho vinto tanto, ora ho altri obiettivi. Su Cristiano Ronaldo invece, che ieri compiva 34 anni: "Gli faccio i miei auguri: può giocare fino a 40 anni e spero ci porti in finale di Champions League".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE