Il cervello delle donne invecchia più lentamente - Biotech

Barsaba Taglieri
Febbraio 7, 2019

E benche' non sia paragonabile quella che si registra per altri parametri come l'altezza, e' comunque "piu' forte rispetto a molte altre differenze segnalate" fra i due generi.

Nel contesto sociale di una popolazione sempre più anziana, in cui l'impatto delle demenze e delle malattie neurodegenerative sta diventando sempre più gravoso, comprendere come invecchia il cervello di una persona è un obiettivo prioritario. Con l'avanzare dell'età, si riduce la quota di zuccheri metabolizzata dal cervello.

È infatti proprio il metabolismo il dato attorno a cui si sono mossi gli scienziati, che hanni scansionato il cervello di 205 volontari (121 donne e 84 uomini tra i 20 e gli 82 anni) attraverso una tomografia a emissione di positroni (l'esame cosiddetto PET). Gli stessi ricercatori stanno monitorando una coorte di adulti nel tempo, per verificare se effettivamente chi ha un cervello metabolicamente piu' giovane ha meno probabilita' di sviluppare problemi cognitivi.

Sfruttando un algoritmo 'allenato' a mettere in relazione l'eta' e il metabolismo cerebrale sulla base di dati raccolti nei maschi, gli studiosi hanno scoperto che nelle donne l'eta' media del cervello era di 3,8 anni inferiore rispetto a quella anagrafica. Ma adesso è ufficiale, lo dice uno studio condotto dall'Università di Washington: il cervello delle donne invecchia più lentamente rispetto a quello degli uomini.

"La differenza media tra l'età cerebrale calcolata tra uomini e donne è significativa, e il nostro metodo è riproducibile", spiega Manu Goyal, tra gli autori dello studio pubblicato su PNAS, che tuttavia sottolinea la necessità di ulteriori studi di approfondimento. Una precisazione tecnica è infatti d'obbligo: "Non è che i cervelli maschili invecchiano più velocemente di quelli femminili", puntualizza lo scienziato. Il punto e' che "entrano nell'eta' adulta circa 3 anni piu' vecchi e questo 'gap' persiste per tutta la vita".

Paziente sottoposta a PET (Phanie/AGF) Resta così confermata un'importante ipotesi sull'evoluzione del cervello della specie e dell'individuo, nonché l'influenza sul cervello della differenziazione sessuale nelle varie età. Dall'analisi statistica è emerso chiaramente che il cervello delle donne, in media, risulta essere 3 anni più giovane di quello maschile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE