Nissan sposta la produzione di X-Trail dal Regno Unito al Giappone

Paterniano Del Favero
Febbraio 6, 2019

La Brexit ancora non è stata completata, ma l'industria automotive si è già mobilitata per ridurre i danni.

La giapponese Nissan ha annunciato oggi che sta cancellando i propri piani per costruire il Suv X-Trail nello stabilimento di Sunderland, nel nordest dell'Inghilterra, nonostante le rassicurazioni sulla Brexit da parte del Governo britannico.

Ma è evidente pure l'impatto delle incertezze della Brexit e dei timori crescenti di un traumatico divorzio 'no deal' del Regno Unito dall'Ue.

Molte case automobilistiche non solo britanniche hanno importanti sedi produttive nel Regno Unito e in vista di un'uscita dall'Unione europea senza accordi, i gruppi industriali stanno traslocando altrove.

Tra le incertezze legate al futuro post-Brexit e il calo delle vendite del diesel (particolarmente marcato nel Regno Unito), Nissan è costretta a tornare sui suoi passi, riducendo la produzione nello stabilimento di Sunderland e procedendo con un taglio di posti di lavoro.

Nissan rimane comunque stabilmente nel Regno Unito, dove negli ultimi due anni ha investito per lo sviluppo di nuove tecnologie e di nuovi motori destinati al mercato europeo. "Non cambierà nulla, invece, per gli altri veicoli il cui assemblaggio è previsto a Sunderland, ovvero le prossime generazioni di Juke e Qashqai". Il Segretario di Stato per gli affari economici Greg Clark ha detto a Theresa May che la notizia è "un segnale d'allarme" per il Regno Unito, e che uscire dall'Unione Europea senza un accordo sarebbe un danno per il settore manifatturiero, riporta il Financial Times.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE