Sanremo 2019: così Claudio Baglioni difende il suo (nuovo) festival

Ausiliatrice Cristiano
Febbraio 4, 2019

E ancora, per i malpensanti che in seguito alla conferenza stampa di presentazione del festival del 9 gennaio scorso - in cui il conduttore in carica fece considerazioni rispetto alle politiche migratorie attuate dal nostro Paese che rimasero decisamente sul gozzo alla direttrice in quota salviniana - De Santis ha tenuto a puntualizzare: "Ho una grandissima stima del lavoro di Claudio, non c'è e non c'è stato nessuno screzio tra noi e, anzi, siamo avviati verso una sempiterna amicizia".

Durante la conferenza Teresa De santis, direttrice di Rai1, è entrata nella questione del presunto conflitto di interessi di Baglioni. Facciamo delle scelte inattaccabili dal punto di vista della qualità.

Artefici di questo video i miei colleghi di TV Sorrisi & Canzoni che hanno chiesto ad Arisa alcuni aneddoti del Festival e della sua canzone, Mi Sento Bene. Questo Sanremo sarà simile a quello dell'anno scorso, l'orchestra siederà in un golfo mistico, il teatro non sarà mai così grande. Non solo, anche Paola Turci, Simone Cristicchi, Briga Achille Lauro (la vera novità del festival) e poi Daniele Silvestri, Federica Carta e Ghemon che pur essendo nato ad Avellino è romano d'azione. "Le canzoni in gara sono varie e bellissime, non mi snaturerò e io voglio essere me stesso con garbo". L'internazionalità non mancherà come dimostrano gli ospiti noti in tutto il mondo, da Matteo e Andrea Bocelli nella prima serata a Riccardo Cocciante nella seconda. Speriamo di farcela, ho accettato un po' per incoscienza un po' perché mia mamma è tua grande fan mentre mio padre è un fan di Bisio: "guarderanno il Festival per voi, mica per me". Nella parte intrattenimento vincerà la leggerezza. "Sanremo è faticosissimo, quando lo finisci - come succede nei gran premi della montagna - ti ricordi solo le discese ma le salite ci sono state, qualcuna anche più aspra da scalare del passato". Combatterò ogni personalismo perché il festival è più importante di tutti noi, non deve prevalere il chiacchiericcio.

Un piccolo momento di tensione quando a Claudio Bisio viene chiesto se parlerà di temi di attualità: "Non parlerò di migranti, né del buco dell'ozono. non parlerò nemmeno della Juve e dei rigori non dati, giuro".

La giuria d'onore per il venerdì sera - presieduta da Mauro Pagani - è formata da Ferzan Ozpetek, Camila Raznovich, Claudia Pandolfi, Elena Sofia Ricci, Beppe Severgnini, Serena Dandini e Joe Bastianich. "Non vorrei essere banale" dice Virginia Raffaele "ma per me è un regalo essere qui, l'anno scorso ho fatto cinque minuti stavolta dobbiamo fare 25 ore, spero di essere all'altezza e di divertirmi". Claudio stavolta ha chiamato me" spiega l'attrice "non Ornella, non Carla, non Donatella. Senza entrare nei dettagli annuncia una performance insieme a Pierfrancesco Favino, che torna a Sanremo come ospite dopo averlo condotto l'anno scorso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE