Calenda chiede il "conto" sul Pil a Di Maio

Paterniano Del Favero
Febbraio 3, 2019

Così il vicepremier e ministro Luigi Di Maio in conferenza stampa alla Camera.

"Nell'ultima recessione quasi un quarto del comparto manifatturiero in Italia è scomparso".

Roma, 31 gn. (AdnKronos) - "Noi oggi lanciamo una campagna di informazione in tutta Italia non solo sulle cose fatte, ma su come utilizzare gli strumenti che possono migliorare la vita degli italiani". La recessione - evidenzia l'Associazione degli artigiani e delle piccole e medie imprese - pone pesanti interrogativi sulle politiche messe in atto dal governo e suscita comprensibili timori riguardo alla necessità di dolorosi interventi correttivi di finanza pubblica. Anche dalla Lega l'invito è quello a non preoccuparsi di fronte a numeri che fotografano la situazione di un paese figlio di un altro governo. Di seguito le dichiarazioni di Claudio Borgi.

"I dati che stanno uscendo adesso si riferiscono al 2018". Sappiamo che la congiuntura internazionale è difficoltosa, però guardiamo al 2019: l'asta Bot è andata benissimo, la fiducia dei consumatori sta crescendo. E sono convinto che sarà un anno molto migliore. "La prospettiva è di fare meglio dei nostri concorrenti".

Il reddito di cittadinanza "si rivolge agli italiani" quindi sulla misura della residenza in Italia per 10 anni per gli stranieri "non arretriamo", ha ribadito ancora Di Maio commentando i rilievi dei tecnici parlamentari. E spiegare in ogni caso alla base che non si intende "abdicare ai valori" e che il "caso Salvini" rientra nell'azione di governo e non ha nulla a che vedere con corruzione, peculato, tangenti, oggetto di mille battaglie del Movimento contro l'immunità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE