Bolzano, questionario Asl chiede la "razza dell’alunno"

Bruno Cirelli
Gennaio 29, 2019

Quella che vedete è la prima di sei pagine di un questionario con domande relative al comportamento di uno studente Capiamo che gli addetti siano oberati di lavoro, capiamo perfettamente che forse non riescano a trovare il tempo ma ci stupiamo del fatto che nessuno, all'atto della consegna, si sia mai posto una domanda. Ma l'utilizzo della parola "razza" non è passato inosservato e alcuni professori di una scuola media si sono rivolti al quotidiano Alto Adige per sollevare il caso. Se ne è accorta l'Azienda sanitaria di Bolzano che in un questionario chiedeva agli insegnanti di indicare il "Gruppo etnico o razza dell'alunno" ed, nel giro di poche ore, è stata travolta da una valanga di critiche.

Stando a una prima ricostruzione, sembra che il questionario sia stato copiato e tradotto alla lettera da un modello standard proveniente dagli Stati Uniti. "Il documento ci è stato consegnato in busta chiusa e la busta è intestata all'Asl-Comprensorio di Bolzano". Ma quello che non afferriamo è come mai nessuno al Comprensorio sanitario di Bolzano se ne sia accorto e si sia fatto una domanda.

Per Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, che ha presentato una interrogazione alla ministra Grillo, "se la razza non esiste, è evidente che esistono i razzismi". Trovano forse normale che si chieda qual è la "razza" di un alunno?

"Di che 'razza' è lo studente?". "Tale questionario è uno strumento validato e raccomandato dalle varie comunità scientifiche della Neuropsichiatria infantile e dell'età evolutiva, compresa la Società Italiana di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza Sinpia". "Restiamo, nonostante tutto, in fiduciosa attesa".

Dal canto suo, l'Asl parla di "errore di traduzione" e fa sapere che "il questionario verrà corretto". "Il modulo verrà rivisto a brevissimo".

E consapevole dell'imbarazzante gaffe l'Azienda sanitaria dell'Alto Adige risponde spiegando che il termine "razza" è stato utilizzato "per un errore di traduzione dal testo originale che è in lingua inglese e che è stato standardizzato a livello mondiale".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE