Jean-Dominique Senard è il nuovo presidente di Renault

Paterniano Del Favero
Gennaio 26, 2019

Carlos Ghosn ha rassegnato le proprie dimissioni, aprendo alla possibilità di nuovi dissapori tra le dirigenze francese e nipponica. Lo rendono noto questa mattina i media francesi citando fonti industriali confermate da un'intervista del ministro delle Finanze, Bruno Le Maire, da Davos a Bloomberg tv. Le nomine del nuovo Consiglio di amministrazione potrebbero determinare scontri interni al gruppo Nissan-Renault-Mitsubishi Motors. C TOP Renault, Le Maire: Senard ottimo presidente dopo dimissioni Ghosn TOP Renault, Le Maire: Senard ottimo presidente dopo dimissioni Ghosn TOP Renault, Le Maire: Senard ottimo presidente dopo dimissioni Ghosn TOP Renault, Le Maire: Senard ottimo presidente dopo dimissioni Ghosn PPhe la Renault aveva finora chiesto senza successo. Sul numero uno del settore auto (che ora proverà a costruirsi una difesa nel lungo processo che si prospetta all'orizzonte) sono cadute le accuse di illeciti finanziari.

Avrebbe infatti dichiarato un compenso di milioni di euro inferiore a quello reale. Senard ha i favori del governo francese.

Nel 2005 è stato nominato amministratore delegato della Renault, riuscendo a creare una partnership di successo e trasformandolo, dopo l'acquisto della Mitsubishi Motors, nel Gruppo più grande al mondo in termini di vendite, piazzando nel 2017 ben 10.6 milioni di veicoli nell'intero globo.

Roma, 24 gen. (askanews) - E' Jean-Dominique Senard il nuovo presidente di Renault mentre Thierry Bolloré assume la carica di direttore generale.

Già a pochi giorni dall'arresto del manager prima Nissan - il 22 novembre - e la settimana successiva Mitsubishi, avevano licenziato Ghosn con decisioni prese all'unanimità dai rispettivi consigli di amministrazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE