Cede una diga, valanga di fango sommerge tutto

Bruno Cirelli
Gennaio 26, 2019

Sette morti accertati e 200 dispersi. Stavolta il bilancio delle vittime sarà con ogni probabilità più pesante.

L'accesso a Brumaldinho - 39mila abitanti - è stato reso difficile dopo che il fango ha interrotto diverse strade, ostacolando il lavoro dei tecnici che ancora non sono stati in grado di determinare la portata e la gravità del disastro. Da parte sua, il presidente Jair Bolsonaro ha detto che "dopo la tragedia di Mariana, si poteva sperare che questo tipo di disastro non si sarebbe ripetuto, ma evidentemente non è stato così". Il capo dello Stato ha anche annunciato che domani andrà a visitare il luogo del crollo.

Una diga di scarti minerari della compagnia brasiliana Vale ha subito un cedimento oggi a Brumadinho, nella periferia di Belo Horizonte, capitale dello stato brasiliano di Minas Gerais: lo rendono noto i media locali. Questo numero potrebbe però essere più alto: secondo la Vale, infatti, circa 300 persone lavoravano nello stabilimento. Le persone che vivono nelle zone basse della città sono state evacuate. Diverse persone intrappolate nel fango sono state salvate con gli elicotteri. Nell'incidente furono liberati milioni di tonnellate di rifiuti di ferro tossici lungo centinaia di chilometri, causando quello che è considerato il peggior disastro ambientale del Paese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE