Migranti: Conte, manca svolta, avanti così Ue frana sotto peso immigrazione

Bruno Cirelli
Gennaio 17, 2019

Dobbiamo investire di più nel Trust fund per l'Africa e nei processi di cooperazione. "Le risorse attualmente destinate rispetto ai problemi sul tappeto solo assolutamente inadeguate".

La visita del presidente del Consiglio nei due paesi africani è di grande importanza tanto per la politica estera quanto interna dell'Italia se si considera il peso che la regione ha in tema di immigrazione.

"Ho lanciato un grido di allarme: l'Europa rischia di franare sotto il peso del problema irrisolto dell'immigrazione". L'Italia vuole un'Europa più forte, responsabile, equa e solidale però a distanza di mesi continuiamo a non vedere nessuna svolta a livello europeo. "Ci sono altre rotte che si stanno sviluppando" per cui "il fenomeno va contrastato in modo globale". "Forse bisognava farlo prima", perche' e' un Paese "con un ruolo strategico". Il 16 gennaio, invece, vedrà nella Repubblica del Ciad il presidente Idriss Déby. "L'Unione europea non puo' subire il traffico illegale di vite umane "ma deve prevenirlo" come si devono prevenire le "minacce terroristiche".

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore. Bisogna evitare "che i giovani, soprattutto nelle comunita' rurali, siano abbandonati all'alternativa dell'affiliazione a gruppi terroristici o di intraprendere, con l'illusione di una vita migliore, viaggi della speranza", ha osservato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE