METEO: Venerdì e sabato NEVE A BASSA QUOTA. Ecco dove

Bruno Cirelli
Gennaio 17, 2019

L'analisi delle ultime elaborazioni modellistiche previsionali ci mostrano segnali chiari: stiamo per entrare in un periodo prettamente dinamico.

La breve pausa anticiclonica di inizio settimana sull'Europa centro-meridionale sta già per concludersi. Le perturbazioni atlantiche iniziano difatti a scorrere sul Mediterraneo attivando le precipitazioni da tanto assenti sulle regioni settentrionali. Farà piuttosto freddo in particolare di notte quando si torneranno a registrare valori anche sotto lo zero.

L'instabilità proseguirà anche nel week-end al centro-sud grazie al continuo ingresso di aria instabile e umida da ovest, dall'Atlantico, mentre il nord resterà un po' in disparte complice la lontananza dai principali centri di bassa pressione che scorreranno sul Mediterraneo meridionale.

Dopo questo primo assaggio avremo un deciso peggioramento con il ritorno delle piogge un po' su tutte le aree peninsulari, questa volta anche al Nord ove da diversi giorni non cade una goccia. Naturalmente le saccature affondando verso sud-est tenderanno ad approfondirsi sul Tirreno, abbracciando gran parte della Penisola con addensamenti anche compatti. Persisteranno ampie schiarite sul medio Adriatico, al Sud e in Sardegna.

Inutile ad ora parlare di quote neve, zone colpite e quanti centimetri di neve cadranno, dato che bastano piccoli cambiamenti per cambiare anche nettamente gli effetti di questa ondata di maltempo.

Per oggi, lunedì 14 gennaio, giungerà un altro impulso instabile (perturbazione n. 5 del mese) che porterà altre piogge al Sud e sulla Sicilia e nuove nevicate sulle regioni alpine più settentrionali. Mari molto mossi fino a molto agitati.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE