McDonald’s non possiede più l’uso esclusivo del nome "Big Mac" nell’UE

Paterniano Del Favero
Gennaio 17, 2019

Pochi mesi dopo il suo cinquantesimo compleanno, festeggiato con gadget e offerte speciali in oltre 35mila ristoranti intorno al mondo, il Big Mac non sarà più un marchio esclusivo nei punti vendita d'Europa. Dopo quasi quattro anni di battaglia legale infatti, il colosso del fast food americano ha perso la battaglia legale contro una catena di ristoranti irlandesi, la Supermacs, e non potrà quindi più usare in Europa il nome "Big Mac", quello del più celebre panino della casa, inventato dal franchiser italoamericano Jim Delligatti.

Nel 2017 erano stati invece gli avvocati di Supermacs a rivolgersi all'Unione Europea, chiedendo la cancellazione del marchio "Big Mac", registrato nel 1996 da McDonald's.

E ieri, l'ufficio per la propietà intellettuale della UE con sede in Spagna (EUIPO) ha revocato la registrazione del marchio da parte di McDonald's, affermando che le prove fornite dalla più grande catena mondiale di fast-food non bastano a dimostrare "che il marchio è stato effettivamente utilizzato".

"La sentenza dimostra anche l'importanza delle istituzioni europee per la protezione delle imprese, di fronte alle multinazionali senz'anima", ha commentato Pat McDonagh, direttore della piccola azienda irlandese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE