Cuccarini sovranista, l'applauso di Salvini

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 17, 2019

É successo anche questa volta: dopo la dichiarazione di sovranismo della Cuccarini, Heather Parisi ha affidato la sua risposta ad un tweet al vetriolo che lascia davvero poco spazio ad incomprensioni. E' veramente una teoria molto molto interessante che mi fa capire quanto sia attenta alla politica e alla storia.Mi sembra evidente che il pensiero di Lorella sia ben allineato con SalviniSalvini in questo momento è vincitore a tutti gli effetti, definirlo addirittura più di sinistra di quelli di sinistra mi pare veramente azzardato. Io vorrei che i miei figli fossero liberi di scegliere se andare fuori o rimanere in un Paese che offra loro delle possibilità. Un modo per sminuire la carriera di Lorella togliendole la 'patente' di ballerina, e nello stesso tempo di ironizzare sulle sue dichiarazioni. Salvini e Di Maio si sono ritrovati in mano un'Italia dove non si riesce a "fare nulla" per colpa dell'austerity e dove ci sono "5 milioni di poveri e una disoccupazione altissima". "Bloccare l'immigrazione non è di destra, è sacrosanto", scolpisce nero su bianco la bionda classe 1965. Il Parlamento europeo non conta nulla e la Commissione decide al di sopra dei popoli sovrani. Per prima cosa dovrebbero permetterci di decidere davvero chi ci rappresenta li.

Netta la critica a Papa Francesco: "Sarebbe bello che il Papa si esprimesse anche su altre situazioni, oltre che sui migranti". Ha detto 'meglio atei e buoni, che cristiani e odiatori'. Se stare in Europa significa accettare regole che ammazzano l'economia, non vale la pena. Ma, per un cristiano, Cristo è fondamentale e il posto in cui lo incontri è la Chiesa; e anche se sei un cattolico tiepido incontrare Cristo in quella eucaristia è la cosa più preziosa. Le donne la credibilità devono guadagnarla sul campo... Altrove e in politica, servono una determinazione e una 'cattiveria' che impongono anche di rinunciare ad alcune caratteristiche femminili.

Per la Cuccarini nazionale, inoltre, "la differenza non è più tra destra e sinistra, ma tra chi pensa agli elettori e chi alle élite e alla finanza", perché "ci ritroviamo intrappolati nel pensiero unico, che ha un disegno dietro". Dobbiamo accettare il fatto che uomini e donne sono diversi, seppur complementari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE