Michael Jackson, un documentario lo accusa abusi sessuali

Ausiliatrice Cristiano
Gennaio 12, 2019

Michael Jackson è probabilmente una delle figure più importanti della storia della musica pop mondiale.

Un controverso documentario su Michael Jackson arriva al Sundance Festival. Secondo la sinossi ufficiale del film, il cantante all'apice della sua carriera, avrebbe intrattenuto rapporti di lunga data con due ragazzini di 7 e 10 anni.

Il docufilm di Reed prende palesemente il titolo dalla nota magione/parco giochi di Jackson, chiamata per l'appunto Neverland, in California ed è diviso in due parti per una durata totale di 236 minuti (all'incirca 4 ore) La notizia che la pellicola sarebbe stata proiettata a una kermesse nota come il Sundance ha mandato su tutte le furie la famiglia del Re del pop, morto il 25 giugno del 2009 a causa di un attacco cardiaco provocato da un'intossicazione da propofol.

#boycottsundance2019 #leavemjalone #notguiltyonallcounts sono questi i principali hashtag ai quali ci si può rimandare per seguire la vicenda e i commenti di chi si pone in difesa di Michael Jackson sui social. Ormai trentenni, i protagonisti raccontano la storia di come sono stati abusati sessualmente da Jackson e come sono venuti a patti con tale trauma anni dopo.

Gli amministratori del patrimonio di Jackson, John McClain e John Branca, e gli eredi hanno rilasciato un comunicato dichiarando deplorevole il comportamento del regista; hanno inoltre definito il documentario "un patetico tentativo di sfruttare e guadagnare sull'immagine di Michael Jackson". Il cantante visse nel ranch dal 1988 al 2003, anno in cui le forze dell'ordine perquisirono la proprietà in cerca di prove che confermassero le accuse di molestie sessuali.

Ora a distanza di dieci anni dalla scomparsa delle nuove accuse nei confronti di Michael Jackson. Il cantante è stato invece assolto per le accuse di Galvin Arvizo nel 2005, mentre i procedimenti penali intentati per le accuse di abuso di Wade Robson e Jason Safechuck sono caduti in prescrizione perché era passato troppo tempo dal presunto reato commesso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE