Reddito di cittadinanza e quota 100: tutti i numeri, ecco quanto spetta

Paterniano Del Favero
Gennaio 10, 2019

Il percorso è dunque lungo è tortuoso, tra le negoziazioni tra Lega e M5S che porteranno al testo definitivo che uscirà dal Consiglio dei Ministri, le decine di emendamenti che verosimilmente verranno presentati in sede di commissione di Camera e Senato e le discussioni parlamentari che seguiranno prima del voto del parlamento, che come per la manovra economica 2019 si preannunciano molto combattute.

Spetterà successivamente all'Inps tramite apposita circolare indicare quali saranno le modalità utili per presentare domanda, stante che l'Istituto di pubblica previdenza ovviamente sta già predisponendo la macchina burocratica al fine di valutare e accogliere le prime richieste dei cittadini. Ma può anche essere l'Inps stessa ad avvisare i nuclei familiari che ne hanno diritto perché, a seguito dell'attestazione dell'Isee, presentano valori dell'indicatore compatibili con l'accesso al sussidio.

Al reddito di cittadinanza avranno diritto, come si legge nella bozza del decreto, "cittadini italiani o di Paesi Ue, familiari titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, familiari provenienti da paesi che hanno sottoscritto convenzioni bilaterali di sicurezza sociale, cittadini di paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno Ue per lungo-soggiornanti". Questi massimali sono incrementati di 5mila euro per ogni componente con disabilità.

I beneficiari dei 780 euro mensili dovranno accettare una tra le tre Offerte di lavoro che verranno proposte agli interessati. Per accedere alla misura bisognerà avere un reddito familiare inferiore a 7560 euro annui. La soglia è di 9.360 euro se il nucleo familiare è in affitto. Per il 2019 è prevista anche l'erogazione dell'assegno di ricollocazione.

Le sanzioniInoltre chi dovesse fornire dati non veri, "incluso l'occultamento di redditi o patrimoni" è punito con la reclusione da uno a sei anni. L'altra metà va all'azienda che assume il beneficiario. Infine ci sarà un numero massimo di opportunità che si possono rifiutare oltre le quali si decade dalla platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza. Per chi ha una casa di proprietà, l'importo del Reddito di cittadinanza che spetta scende a 500 euro. Viene stipulato un Patto per il lavoro con il centro per l'impiego o con l'agenzia per il lavoro accreditata. Inoltre, circa il 65% delle famiglie beneficiari ha minori o disabili a proprio carico, il che restringe ulteriormente il campo per quanto riguarda le offerte lontane dal luogo di residenza. Nella bozza del decreto si è parlato anche di opzione donna ovvero di quella misura che darebbe diritto al trattamento pensionistico anticipato ricalcolato esclusivamente con un metodo contributivo e che riconosciuto per le donne lavoratrici dipendenti che siano nate entro il 31 dicembre 1959 e lavoratrici autonome nate entro il 31 dicembre 1958 che abbiamo maturato un'anzianità o contributiva che sia pari o superiore a 35 anni. Ci sono poi alcune condizioni che dovranno essere rispettate.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE