Germania: cyber-attacco, fermato un giovane

Bruno Cirelli
Gennaio 10, 2019

Il giovane ha confessato e ha offerto collaborazione. Nel mese di dicembre sono stati diffusi su twitter i numeri di telefono, i riferimenti delle carte di credito e dei conti correnti di almeno 1.000 persone tra cui anche giornalisti e attori.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

L'emittente Rbb inforadio aveva riportato che il leak delle informazioni avrebbe coinvolto in particolare 405 parlamentari del partito Cdu, che esprime la cancelliera Angela Merkel, 249 per Spd, i verdi con 105, la Linke con 82 e infine la Fdp con 28. Gli aggressori hanno continuato ad infierire con un bastone sul capo regionale della destra populista quando era già a terra finché non è intervenuto un operaio di un cantiere a salvarlo. Gli inquirenti dichiarano di non avere riscontri su eventuali complici.

Stavolta, però, con l'aiuto del traduttore, la parola "grosse angriff" (grande attacco più o meno) non sembra rendere merito all'imponente attacco informatico che ha colpito la Germania e la sua classe politica.

La risposta di Seehofer è avvenuta durante la conferenza stampa che quest'ultimo ha tenuto insieme al Presidente federale della Sicurezza Informatica. La beffa è stata la modalità con la quale tutto ciò è avvenuto: le notizie sono state rese pubbliche pochi giorni prima delle festività natalizie, come in una sorta di grottesca parodia del Calendario dell'Avvento.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE