Banca Mondiale, il presidente Kim annuncia dimissioni a sorpresa

Bruno Cirelli
Gennaio 9, 2019

Le dimissioni saranno effettive a partire dal prossimo 1° febbraio.

Una tradizione non scritta vuole che gli succeda un altro statunitense, com'è sempre stato dalla fondazione. Ma date le tensioni intorno alle ultime nomine è possibile che la nomina si traduca in uno scontro frontale fra l'amministrazione e i paesi emergenti, che reclamano da anni un maggior peso all'interno della Banca Mondiale e chiedono di essere ascoltati.

Il 69enne Kim, medico e antropologo di origini coreane, era stato eletto nel luglio 2012 Presidente della Banca Mondiale, su indicazione dell'Amministrazione Obama. Kristalina Georgieva, l'amministratore delegato della Banca Mondiale, assumerà il ruolo di presidente ad interim. Kim potrebbe - secondo il Wall Street Journal - assumere un incarico in una società attiva nel settore degli investimenti per le infrastrutture. Le motivazioni del suo addio improvviso non sono chiare. Fra questi ultimi l'aver incassato a sorpresa nell'aprile 2018 il sostegno americano per un aumento di capitale della banca da 13 miliardi di dollari. Il mandato era stato quindi rinnovato nel 2016.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE