Real Madrid, Solari: "Puniti al primo errore, distrazioni che costano caro"

Rufina Vignone
Gennaio 7, 2019

In tal senso Kovacic, qualora Sarri non dovesse tenerselo a Londra (come l'interessato ha detto di augurarsi in una recente intervista), sa di avere in Piero Ausilio uno straordinario estimatore: "il direttore sportivo dell'Inter fu costretto a sacrificarlo sull'altare del bilancio per 29 milioni: "riportare Kovacic a Milano, oltre a lavare una vecchia ferita, darebbe anche il senso di un club che (finalmente) ha scontato le proprie colpe per il mancato rispetto del financial fair play", si legge su Tuttosport. "Ci sono persone deputate a decidere". Siamo umani e possiamo sbagliare, ma un conto è farlo senza poter rivedere le immagini, un altro se invece si ha a disposizione la Var. Oggi, in generale, è andato tutto storto: non siamo entrati in partita e abbiamo pagato a caro prezzo la situazione negativa che ci è costata il rigore contro in avvio di gara. "In Italia funziona male, ma anche qui serve a poco", "Negati due rigori, assurdo", "Var ma che roba è?".

"Molti di noi non sono al solito livello, non possiamo avere un inizio di cacca ogni partita".

"L'arbitro ha avuto un giorno no, ma il nostro problema non è l'arbitro o il VAR. Dobbiamo migliorare, sederci tra uomini e sistemare le cose".

Il Barcellona espugna intanto il Coliseum Alfonso Pérez di Getafe (1-2) e allunga in classifica di Liga che dopo la 18ma giornata guida con 40 punti, +5 sull'Atletico Madrid, +7 sul Siviglia e +10 sul Real Madrid, superato anche dall'Alaves quarto (con 31 punti). "Credevo che i napoletani si lamentassero inutilmente perché inferiori alla Juve, ma il Var così è inutile". E le reazioni della Casa Blanca non si sono fatte attendere.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE