MotoGP, Lorenzo: "Sarà difficile battere Marquez, Dovizioso e Rossi"

Rufina Vignone
Gennaio 7, 2019

Poco più di due mesi prima dell'inizio della stagione in Qatar, il pilota spagnolo concede la sua prima intervista allo sponsor Repsol per analizzare le sue prime impressioni sulla Honda RC213V, e per parlare di cosa significa far parte della sua nuova squadra e delineare le sue ambizioni per l'anno. L'ex Yamaha commenta così il suo passaggio dalla Ducati alla Honda: "La Honda può diventare la squadra più vincente della storia". Hanno più titoli e vittorie. Numeri alla mano siamo una delle coppie più forti della storia, ma io devo essere umile e imparare da tutti, anche da Marquez che ha molta più esperienza con questa moto.

"Nel 2018 ho guidato una moto completamente diversa, molto grande e molto alta". Forse troppo per me, mentre con la Honda riesco ad adattarmi meglio. "E' piu' compatta, una moto piu' piccola e piu' bassa, con la quale posso piegarmi meglio" spiega. Mi sento più sicuro quando entro in curva, perché ho molta più confidenza. Per questo la mia impressione è stata decisamente positiva.

Mi piacciono i colori bianco, rosso e nero, ora aggiungiamo anche l'arancione. "Sono un ragazzo fortunato, che può fare ciò che ama e vantare, fino ad ora, una carriera di grande successo con molti campionati e vittorie". Honda ha preso nota di tutte le mie istruzioni e in pochi giorni hanno avuto tutto pronto e abbiamo realizzato una moto al 100% di mio gusto. Io cercherò di imparare dai suoi punti di forza, così come lui imparerà dai miei. Quindi Marc li ha. Ci spingeremo l'un l'altro. Cosa significa questo per te? Quando la Repsol ha iniziato a sponsorizzare il team Honda nel 1995, è stato quando ho iniziato a guardare le gare in tv. Ricordo i duelli tra Harada e il mio idolo Max Biaggi in 250, ricordo le lotte in 500 tra Crivillé e Doohan, ma ricordo anche Rossi che firma per la Repsol Honda e Nicky Hayden che vince il Mondiale nel 2006. È un team molto vincente, con tanti successi e titoli, adesso ho l'onore e il piacere di farne parte.

"Sicuramente 25 anni sono un periodo davvero lungo". Penso che Ángel Nieto sia stato uno dei primi sportivi sponsorizzato da Repsol. È stato il primo in Spagna e la persona che ha potenziato lo sport in questo paese. È incredibile che Repsol fosse lì a supportarlo in quel momento.

La presentazione del team è fissata per il 23 gennaio a Madrid. C'è un sacco di talento e velocità all'interno della squadra e le aspettative sono grandi.

"La presentazione sarà molto speciale per me. L'aspettativa e l'ottimismo sono grandi e ci divertiremo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE