Giovane saudita scappa dalla famiglia: "Ho rinunciato all'Islam, temo di essere uccisa"

Bruno Cirelli
Gennaio 7, 2019

Rahaf Mohammed al-Qunun si era imbarcata per l'Australia di nascosto durante un viaggio con la famiglia in Kuwait, ma è stata bloccata all'aeroporto di Bangkok, dove funzionari sauditi le hanno sequestrato il passaporto. La denuncia è arrivata da Human Rights Watch.

La ragazza, che ha rivelato la sua identità sul social network perché, ha scritto, "non ho niente da perdere", ha deciso di fuggire dal suo Paese perché non accettava più le limitazioni imposte alle donne.

La 18enne saudita Rahaf Mohammed al-Qunun, in fuga poiche' teme di essere uccisa dalla sua famiglia, si è barricata nella camera di albergo all'aeroporto di Bangkok nel tentativo di impedire che venga rimpatriata: lo riporta la Bbc online.

Ora è in un hotel nella zona di transito. Ma per i cittadini sauditi è possibile richiederlo direttamente all'aeroporto d Bangkok e comunque non è necessario se si fa scalo diretti ad altra destinazione. Le autorità thailandesi hanno detto a Rafah che sarà riportata in Kuwait. Tra le pesanti restrizioni ai diritti delle donne in Arabia Saudita c'è la 'tutela' obbligatoria di un 'guardiano' maschio, da cui dipendono loro decisioni personali.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE